Microfoni wireless e trascrizione istantanea per l’accessibilità delle persone con perdita uditiva

Tutto è nato da una domanda apparsa in un gruppo FB: una signora con problemi di udito scrive “Spesso, per lavoro, devo partecipare a corsi di formazione. E i docenti di tali corsi, alcune volte preferiscono tenere la mascherina indossata. Mi chiedevo… esistono degli strumenti o accessori da collegare, per esempio, ad un tablet, avviando la trascrizione diretta? Le app non le trovo efficaci perché l’interlocutore deve essere proprio vicino per poter trascrivere ciò che dice e, in caso di corsi o convegni, può capitare di essere distanti…”

Ci eravamo in realtà posti il medesimo problema nel 2020, quando è iniziato l’obbligo di indossare le mascherine negli ambienti scolastici, e nostra figlia – sorda profonda portatrice di impianti cocleari – in classe non poteva in quel periodo passare il suo sistema FM a docenti e compagni perché c’era tanta paura e poca consapevolezza all’epoca, nonostante le nostre rassicurazioni, che fosse sufficiente disinfettare il microfono ad ogni passaggio di mano. Per cui noi genitori eravamo andati a caccia di sistemi alternativi per ricevere l’audio direttamente su tablet o smartphone personale, nei momenti di scuola in presenza. Abbiamo testato una serie di prodotti in quel momento presenti su Amazon, con esito poco felice: tra microfoni, mixer, cavetti, mini amplificatori, ecc. ci siamo arenati sui protocolli bluetooth, la compatibilità tra dispositivi e tecnologie, la fruibilità dei diversi sistemi e l’alto costo per i sistemi più professionali.

Alla fine, avevamo deciso di fissare la Roger Pen ad un’asta fissata alla cattedra, come suggeritoci da mamma Stefania http://traprotesiedimpiantococleare.blogspot.com/, soluzione condivisa con la scuola.

Recentemente (2021) sul mercato sono apparsi tantissimi microfoni wireless a fascia di prezzo molto contenuta, per accontentare giovanissimi youtuber e giovanissimi giornalisti. D’altra parte, però, ci si perde nel mare magnum delle offerte di Amazon!

Cosa deve offrire un microfono wireless adatto al nostro scopo?

  • Buona qualità del suono, ovviamente, per consentire una buona qualità di trascrizione!
  • Essere maneggevole per chi lo indossa ed essere discreto (no, il microfono “a gelato” da karaoke, non ci sembra proprio adatto!)
  • Non presentare difficoltà dal punto di vista della sicurezza anticovid (non deve stare troppo appiccicato alla bocca dell’oratore, deve poter essere disinfettato con una salvietta igienizzante senza timore di romperlo)
  • Essere compatibile con più dispositivi, e ancor meglio essere adatto sia ai sistemi Android che Apple di uso quotidiano
  • Funzionare alla maggiore distanza possibile (i microfoni Bluetooth funzionano ad una distanza che in genere non supera i 10-15 metri, i microfoni UHF possono coprire distanze decisamente superiori): così, se assistiamo ad una conferenza, non è necessario che ci sediamo proprio in prima fila. L’oratore inoltre può muoversi e parlare anche di spalle
  • Essere economico (noi comunque abbiamo già un sistema FM per l’ascolto fornitoci dalla ASL/ASST grazie alla prescrizione medica del Centro impianti che segue nostra figlia)
  • Avere lunga vita, essere riparabile (ma, in questo caso, come può garantire ciò un prodotto di fascia economica? perché allora non fare prescrizione ASL o acquistare un sistema FM?)

Abbiamo provato questo microfono wireless UHF offerto al momento ad un prezzo inferiore ai 50 euro. Come detto, ce ne sono tanti e questo è stato scelto per il prezzo non troppo elevato.

BALILA Microfono Lavalier Wireless UHF

https://www.amazon.it/dp/B0923MGM6R/ref=cm_sw_r_apan_glt_i_dl_3PWVAHNR94YFDGGTGB51?_encoding=UTF8&psc=1

Il microfono rispetta tutte le richieste di cui sopra, tranne l’ultima, perché non possiamo ancora sapere se sia durevole. La distanza tra interlocutore e ricevente può arrivare fino a 80 metri, a detta del produttore. Noi lo abbiamo testato ad una quindicina di metri (a casa nostra).

I dispositivi compatibili indicati dalla casa produttrice sono: smartphone Android, tablet Android, Pc, macchina fotografica digitale, telefoni Apple e Ipad. Non è invece compatibile con il Mac.

Trasmettitore e ricevitore si caricano tramite cavetto mini USB. Il ricevitore si collega ai vari dispositivi tramite cavetto audio 3,5 mm. La sincronizzazione tra trasmettitore e ricevitore è automatica, solitamente non occorre accoppiarli; eventualmente, in caso contrario, su youtube ci sono diverse guide per effettuare correttamente l’accoppiamento trasmettitore/ricevitore. Per i prodotti Apple è necessario acquistare un ulteriore cavetto non incluso nella confezione. Il tempo di ricarica completa delle batterie è dichiarato in circa 45 minuti.

Quali sono le app di trascrizione? Live transcribe (Trascrizione istantanea), Ava, ecc… ma anche Documenti Google (in particolare se si usa il PC, ed anche per condividere più facilmente gli appunti così salvati). Queste le app di trascrizione consigliate dai ragazzi di alfa Onlus.

Potete inoltre collegare al ricevitore un paio di cuffie per ascoltare mentre visualizzate la trascrizione, così non perdete il vostro allenamento uditivo.

Abbiamo infine collegato il trasmettitore all’uscita delle cuffie della televisione (più precisamente all’uscita cuffie dell’amplificatore, dato che la nostra Tv non ha questa uscita) e funziona come sottotitolazione istantanea!

Di seguito il video utilizzando l’app Live transcribe (Trascrizione istantanea). Quando si inizia a vedere la trascrizione, abbiamo avvicinato una delle due cuffiette (collegate con il ricevitore) al microfono della telecamera, allo scopo di poter osservare il risultato.

L’utilizzo come sottotitolazione

Per il collegamento tra TV e trasmettitore abbiamo utilizzato un cavetto con doppio jack 3.5 pollici come a questo link. Nell’immagine di seguito anche l’adattatore da 3.5 a 6.3 mm, come ad esempio a questo link.

Tutto chiaro? Se avete dubbi contattateci 😉 lombardia@genitoritosti.it

Vi preghiamo di continuare a cercare e testare altri microfoni presenti sul mercato, e di segnalarceli, aggiorneremo questo post di volta in volta!

Nicoletta e Giovanni

Be Sociable, Share!
   Invia l'articolo in formato PDF   
Taggato , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *