Organici di sostegno e rispetto della normativa (in Lombardia e non solo)

A seguito dell’incontro presso l’Ufficio Scolastico Provinciale di Milano tra i dirigenti il dott. Petralia e l’ispettore dott. Bruschi, il Coordinamento Lavoratori della Scuola “3 Ottobre”, l’Associazione Genitori Tosti In Tutti I Posti Onlus e USB Scuola – Lombardia, vi segnaliamo l’articolo di Orizzonte Scuola in cui può essere letto il report e i contenuti della diffida [qui in formato pdf] consegnata all’USP.

Ci preme ricordare, a proposito dell’interessante affermazione per cui

l’operato della magistratura non è affare del Ministero dell’Istruzione

che la sentenza 80/2010 della Corte Costituzionale ha sancito l’illegittimità delle disposizioni che prevedono, da un lato, un limite massimo nella determinazione del numero degli insegnanti di sostegno e, dall’altro, l’eliminazione della possibilità di assumerli in deroga, poiché si pongono in contrasto con il riportato quadro normativo internazionale, costituzionale e ordinario, nonché con la consolidata giurisprudenza della Corte a protezione delle persone con disabilità.

Sarà per questo che il MIUR risulta sistematicamente perdente nei ricorsi promossi dalle famiglie per tutelare i diritti – costituzionalmente sanciti – dei propri figli?

Be Sociable, Share!
   Invia l'articolo in formato PDF   
Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Una risposta a Organici di sostegno e rispetto della normativa (in Lombardia e non solo)

  1. Pingback:Genitori Tosti In Tutti I Posti ONLUS | Organici di sostegno e rispetto delle normativa (in Lombardia e non solo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *