La protesta continua, come prima. #ritirodeleghe

Basta una apparente retromarcia (che peraltro ribadisce quello che già è norma oggi) per sgonfiare la protesta?
Si chiacchierava con Gianfranco oggi pomeriggio sui vari articoli e scritti, ed eccolo qua fresco fresco quello del ministero. http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/cs090217quater
Così pare, il MIUR correggerà la mira sugli esami di secondaria di primo grado. Speriamo.

Ma in mezzo alle “belle” parole del comunicato troviamo un tale concentrato di ipocrisia per il quale ci chiediamo se la ministra abbia mai letto gli Atti che ha presentato. Atti che sono infarciti di discriminazioni incrociate tra loro.
Non condividiamo lo sforzo che una parte del mondo della disabilità sta facendo per “raddrizzare” l’impianto dei decreti delegati per diverse ragioni: che sia fatto “in ambito parlamentare” è innanzitutto cronologicamente errato; luoghi, tempi e modi per progettare un miglioramento della normativa sono stati completamente ribaltati con un’imposizione autoritaria assai poco democratica. Per questo chiediamo il ritiro delle deleghe e una nuova stagione di confronto.

Siamo lieti che la discussione avvenga nell’Osservatorio sull’Integrazione scolastica; peccato che non si sappia chi e come lo abbia convocato, e come mai ci sia una parte del mondo della disabilità; quella che ha contribuito a creare questa triste situazione.
Fa anche piacere che la ministra nel correggere una prima aberrazione che il suo Ministero ha concepito richiami la Legge 104/92; nel leggere queste frasi del comunicato ci si accappona la pelle pensando a come vogliano destrutturare la filosofia di fondo della stessa 104. Crediamo sia saggio da parte sua ritirare le deleghe, partendo dal principio che la Legge 104/92 debba essere il punto di partenza per sancire e aumentare diritti e, soprattutto, risorse. Non il contrario. Il decreto delegato è da rivedere completamente, è inemendabile.
Di spunti per migliorare l’inclusione scolastica delle persone con disabilità ne abbiamo forniti in questi anni tantissimi. Abbiamo chiaro che la ricchezza della disabilità per la politica sia, anche con questo Governo, un pollo da spennare. Basterà una apparente retromarcia per sgonfiare la protesta? No.

#ritirodeleghe

Be Sociable, Share!
it.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Con le parole chiave , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *