TV2000: domani 28 giugno si parla di “Dopo di noi” con i GT

logoTV2000Domani 28 giugno 2016 durante la trasmissione “Siamo Noi” di TV2000 Rosario Pullano, socio dei Genitori Tosti, parlerà del tema del “Dopo di Noi”.
Un tema delicato che, seppur trattato nella recentissima Legge (L. 112 del 22/6/2016), presenta ancora spazi di miglioramento e, conseguentemente, criticità. Dalle ore 15.20, TV2000, canale 28 del digitale terrestre, 140 di Sky.

 

   Invia l'articolo in formato PDF   

Provincia di Lodi. Scuola e disabilità sensoriali.

LOGO-Provincia-LodiDietro sollecitazione  di famiglie e associazioni, tra le quali i Genitori Tosti, il  7 agosto la Provincia di Lodi ha inviato una comunicazione alle famiglie e alla nostra Associazione. I giorni precedenti i GT avevano comunicato alla Provincia che in assenza di risposte ed iniziative concrete, i primi di settembre avremmo provveduto a denunciare l’Ente e i suoi responsabili per inadempienza ai dettati Costituzionale e legislativo.

La Provincia, pur non potendo delineare fonti ed entità degli stanziamenti previsti per gli interventi per gli allievi con disabilità sensoriale, invita le famiglie a presentare presso la sede dell’Ente la richiesta scritta di intervento/contributo per l’anno scolastico 2015/16.

Monitoreremo la situazione, dato che non è dato sapere se la Provincia nel frattempo si sia mossa per aderire, quanto meno, all’ormai tristemente noto “click day” per richiedere quel minimo di risorse per far partire l’assistenza nell’ormai prossimo anno scolastico.

   Invia l'articolo in formato PDF   

Puglia. A proposito della DGR n. 1340 del 05-06-2015…

Rilanciamo lo scritto di Maria Grazia Fiore, referente GT in Puglia in merito ai lavori della Giunta Regionale pugliese sul tema dell’autismo. E’ evidente che il modus operandi del governo regionale rispecchia quello nazionale che fa della prepotenza ignorante (in tutti i sensi) il simbolo della politica di questo tempo. Che porta vantaggi ai pochi che scrivono le norme a loro piacimento e danni alle persone con disabilità.

A proposito della DGR n. 1340 del 05-06-2015…

Il consigliere regionale Filippo Caracciolo, già componente della III Commissione Sanità nella IX legislatura regionale, da sempre molto attento alle tematiche che riguardano i Disturbi dello Spettro Autistico chiede di correggere la delibera regionale n. 1340 del 5/6/2015 contenente alcune modifiche apportate ai criteri di assegnazione del contributo a chi si avvale del Metodo ABA.

“La mancata concertazione e condivisione delle modifiche approvate con delibera regionale n. 1340 del 05/06/2015 – sottolinea Filippo Caracciolo – con tutte le componenti del Tavolo Regionale per l’Autismo è un passo falso rispetto al percorso di partecipazione compiuto sinora dalla nostra Regione. L’esperienza della Puglia e le iniziative legislative rispetto all’Autismo hanno sempre avuto il merito di valorizzare i validi suggerimenti giunti da tutte le rappresentanze interessate all’argomento.” (fonte)

E dato che anche noi siamo parte delle rappresentanze in questione, abbiamo chiesto lumi alla “Componente Tecnica” del Tavolo… Vi faremo sapere.

   Invia l'articolo in formato PDF   

Convocazione assemblea dei soci 2015

Prot. n°001/15
Verona 3 febbraio 2015

Convocazione assemblea dei soci 2015

Si comunica che in data 10 aprile p.v. alle ore 13.00 è convocata l’assemblea sociale annuale, ovvero in seconda convocazione sabato 11 aprile p.v. alle ore 9.30.

Per consentire a tutti i soci la partecipazione senza oneri, l’assemblea si terrà in modalità online. Al fine di ricevere le istruzioni per connettersi, i soci che intendono partecipare devono inviare, con congruo anticipo (almeno una settimana prima, per dar modo di organizzare il tutto) una mail al seguente indirizzo:

assemblea.genitoritosti@gmail.com

con oggetto “Partecipazione assemblea” e scrivendo nel testo della mail il proprio nome e cognome;  si riceverà prima dell’assemblea una mail di risposta con il link e le istruzioni.

Chi non può partecipare è tenuto, entro il 1 aprile p.v. a delegare un altro socio ( per statuto, art.9 comma 2, ogni socio può avere max due deleghe) ed in calce c’è il fac-simile per la delega, che si prega di usare solo per cause di forza maggiore: è importante partecipare alle assemblee per essere informati sulle attività dell’associazione, esprimersi e dare il proprio contributo nelle scelte da affrontare dando così un senso pieno alla parola “associazione”.

Chi avesse proposte/suggerimenti da portare in sede di assemblea è pregato di comunicarlo all’indirizzo genitoritosti@yahoo.it in modo da poter definire uno spazio per parlare: la connessione prenotata sulla piattaforma avrà una durata limitata di circa due ore.
Di seguito l’ordine del giorno:
– comunicazioni del presidente;
– presentazione bilancio sociale anno 2014;
– approvazione bilancio preventivo anno 2015;
– relazione delle attività rese dai rappresentanti per l’anno 2014 e proposte per l’anno in corso;
– proposta di aumento della quota associativa a € 20 ( a votazione);
– varie ed eventuali;
– domande dei soci presenti/discussione.
Cordiali saluti,
il Presidente
Alessandra Corradi

—————————————————–
Io sottoscritta/o
DELEGO
la Sig.ra/Il Sig.
a rappresentarmi durante l’assemblea sociale 2015 dell’associazione Genitori Tosti in Tutti i Posti Onlus.
In fede
data

   Invia l'articolo in formato PDF   

Rinnovo e/o associazione 2015

bersaglioAnche quest’anno si chiude non senza ricordarvi di rinnovare la quota associativa 2015, oppure, per chi vuole dare un nuovo sostegno, associandosi per la prima volta.

L’Associazione Genitori Tosti ha come scopo la valorizzazione e la promozione umana e sociale delle persone con disabilità, per tutelarne la dignità, difenderne i diritti e migliorarne la qualità della vita;
lo svolgimento di attività in favore delle persone con disabilità per rendere concreti ed effettivi i principi sanciti dalla Carta Costituzionale e i diritti stabiliti  dalle leggi, prima fra tutte la Convenzione ONU dei diritti delle persone con disabilità, battendosi contro le forme di discriminazione ed emarginazione che possano verificarsi nella Scuola e nella Società;
la promozione della dignità educativa della famiglia con figli con disabilità e della collaborazione di
questa con gli operatori della scuola, dei servizi educativi e socio-sanitari territoriali per la realizzazione di interventi ed attività che attuino davvero un’integrazione diffusa di qualità;
l’informazione dell’opinione pubblica sulle varie tematiche inerenti la disabilità promuovendo, organizzando e Continue reading

   Invia l'articolo in formato PDF